Enterprise Mobility Management: un investimento per implementare l’infrastruttura ICT e salvaguardare il livello di sicurezza

Grandi sono le potenzialità offerte dall’impiego in azienda di dispositivi mobili: permettere, infatti, l’accesso ai dati, ai processi aziendali ed alla rete ICT a tutti gli impiegati, senza dover per questo essere davanti ad una postazione desktop fissa garantisce una condivisione del lavoro in workflow e rende teoricamente più snello, veloce ed efficace il flusso di idee, migliorando considerevolmente la qualità e la quantità del lavoro. Investire in enterprise mobility management diventa allora una condizione indispensabile per incrementare la rete infrastrutturale mantenendo al contempo una alta soglia di sicurezza: maggior accessibilità, infatti, vuol anche dire maggiore vulnerabilità.

Enterprise mobility management

L’EMM, acronimo di enterprise mobility management, è l’insieme di tecnologie infrastrutturali e di servizi appositamente progettati per tutelare i dati sensibili dell’azienda, come recapiti dei fornitori, identità dei clienti, immagine coordinata, brevetti o processi produttivi. Ma le sue mansioni non si limitano a questo solo aspetto: per evitare conseguenze spiacevoli, infatti, occorre un costante controllo del parco di dispositivi mobili ed attuare delle strategie precise di governo tese ad affrontare eventuali criticità. La mission dell’enterprise mobility management, allora, è quello di proteggere il patrimonio aziendale da furti, dispersioni o perdite più o meno accidentali dei dati, permettendo di sfruttare appieno i vantaggi derivanti da una maggiore condivisione dei progetti.

Una opportunità da cogliere

Crescente è il numero di aziende che decidono di investire risorse nell’enterprise mobility management per implementare le opportunità offerte dal mobile e migliorare la produttività, potendo contare su di una maggiore flessibilità organizzativa. La domanda sta così crescendo, anche se il tema in Italia sembra essere poco affrontato dalle piccole e medie imprese che, stando a recenti statistiche, non sembrano conoscere i vantaggi offerti dal mobility. L’EMM, per essere pienamente efficiente, dovrebbe contemplare almeno tre ambiti costituiti dal mobile device management, dal mobile content management e dal mobile application management.

L’articolo Enterprise Mobility Management: un investimento per implementare l’infrastruttura ICT e salvaguardare il livello di sicurezza proviene da Service Desk Arka Service.

Source

Italiano